II quarantennale della Giostra dell'Arme è stato presentato ieri mattina davanti ai cancelli della società Sangemini, in segno di solidarietà con i cittadini e i lavoratori seriamente preoccupati per il loro futuro. Insieme al presidente dell'Ente Giostra, Carlo Bravini, sono intervenuti anche il sindaco di San Gemini Leonardo Grimani e il segretario della Fiai Cgil, Michele Racanella, impegnato nella vertenza in corso.
"Vorremmo che la 40esima Giostra dell'Arme con le sue taverne i suoi eventi rievocativi e di grande spessore culturale hanno spiegato gli organizzatori della kermesse - rappresentasse ogni giorno, da qui al 13 ottobre quando si compirà la sfida equestre tra Rocca e Piazza, un'occasione di riflessione sulla storia e sul valore che le acque Sangemini hanno rappresentato per il territorio e per la nazione intera."
I festeggiamenti per i primi 40 anni della Giostra avranno inizio sabato 28 settembre con il tradizionale imbandieramento della città, l'apertura delle mostre e delle taverne e la lettura del bando dell'Annuntio e dei bandi di sfida dei due rioni. Si concluderanno il 13 ottobre con la sfida della Giostra tra i rioni Piazza e Rocca al Campo de li Giochi. Tra le numerose mostre in programma nei più caratteristici angoli di San Gemini, come tradizione spicca l'esposizione a palazzo Vecchio, insignita della Medaglia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Mostra che quest'anno avrà come protagonista lo scultore Emilio Greco e sarà intitolata "i fili segreti dell'Armonia". Iniziative specifiche per la ricorrenza dei 40 anni della Giostra saranno la presentazione del libro del professor Carlo Folli dal titolo
"San Gemini e la sua festa, 40 anni della Giostra dell' Arme"

(edizioni Thyrus), in programma domenica 29 settembre alle 11 e 30 nella sala multimediale di Santa Maria Maddalena, e l'allestimento fotografico e scenografico realizzato all'interno del cinema comunale in cui sarà possibile ammirare scatti d'epoca e cimeli delle storiche lotte tra la "parte de sopra" di San Gemini (Rione Rocca) e la "parte de sotto" (Rione Piazza). Clou delle manifestazioni dedicate, la rievocazione delle prime giostre corse a San Gemini con i cavalieri di 40 anni fa. Un appuntamento da non perdere domenica 29 settembre. Nel programma sono stati inseriti eventi speciali alcuni dei quali, come l'incontro  "Don Chisciotte - Utopia e medioevo sognato" con i giornalisti Cerquetelli e Lorusso che intervisteranno Maurizio Scaparro, sono la continuazione di filoni avviati negli anni precedenti.

Si comincia il prossimo 30 settembre nella chiesa di San Francesco con l'omaggio a Verdi nel bicentenario dalla nascita del grande compositore. Intanto questa mattina, alle 11 e 30, l'Ente Giostra dell'Arme e il Gruppo Sbandieratori di San Gemini regaleranno alla comunità ternana e ai turisti della cascata delle Marmore un'eccezionale e straordinaria esibizione al piazzale Byron proprio per annunciare i 40 anni della Giostra dell'Arme di San Gemini.

Corriere dell'Umbria 22 Settembre 2013

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia