“Cosa si fa: aspettiamo il morto?”. Il comitato di quartiere della zona Cardeto non lascia spazio ai sottintesi e, per l'ennesima volta, toma a presentare al sindaco Leopoldo Di Girolamo e ai consiglieri comunale la difficile situazione della zona. Il nodo, stavolta, è il traffico e il numero di incidenti che, soprattutto nel tratto di via Battisti, cresce in maniera esponenziale.

“Da quando sono stati costruiti gli otto palazzi così fitti che sembrano toccarsi (dietro piazza Cuoco, ndr), tali da contenere circa 270 appartamenti e dopo l'apertura di nuovi esercizi commerciali - dicono dal Comitato -, la situazione del traffico è diventata caotica”.

E, Soprattutto, pericolosa.

“La mancanza di parcheggi fa sì che in alcune ore della giornata è possibile vedere auto irregolarmente posizionate nei posti più disparati, per traverso, sui marciapiedi, ovunque. É molto facile - dicono da Cardeto - prendersela con i cittadini che non osservano le regole, magari fare multe a tutto spiano e penalizzare così anche i commercianti. Il problema, però, è che in quel tratto di via Battisti non c'è il minimo presupposto di sicurezza. Questo stato di cose, a nostro parere - continua il Comitato - ha come primo responsabile l'amministrazione comunale che ha cementificato la zona senza realizzare niente che potesse favorire la viabilità e la vivibilità dell'area. Abbiamo più volte sollecitato la realizzazione di qualche parcheggio in più.
E ce ne sarebbe anche la possibilità. Ma ci è stato sempre risosto che per queste iniziative non ci sono i soldi è dico no ancora. Abbiamo proposto l'installazione di dissuasori per limitare la velocità dei veicoli, ci è stato detto che non è possibile. Ci chiediamo come mai, allora, in altre zone della città ce ne siano molti. Abbiamo la sensazione che per Cardeto non sia possibile fare niente per risolvere i problemi. Anzi, ci sembra che si faccia di tutto proprio per non risolverli.
Ci chiediamo, quindi: che si fa, aspettiamo il mono?”, conclude il Comitato.

La Nazione Martedì 22 Ottobre 2013

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia