Venerdì 27 si è svolta l'audizione presso la III Commissione Consiliare Permanente.
Consegnata la relazione esplicativa sugli adempimenti che il comune dovrà osservare ai sensi della legge 10/2013. Avviata la procedura che porterà il consiglio comunale a deliberare su un nuovo regolamento Urbano del Verde e contro il degrado dei parchi e giardini di Terni.

Il Comitato Mille Alberi Per Terni comunica che in data 27.09.2013 si è svolta l'audizione presso la III°Commissione Consiliare Permanente del nostro delegato Dott. Bartoli Francesco , il quale ha provveduto ad illustrare al Presidente Valerio Tabarrini le motivazioni che hanno portato tante associazioni diverse ad unirsi in uno stesso comitato per dar vita a questa iniziativa di democrazia diretta e spingere il consiglio comunale ad affrontare una nuova regolamentazione del verde urbano e della gestione dei parchi cittadini.
Il Comitato da atto al Presidente Tabarrini e ai consiglieri comunali presenti della massima disponibilità dimostrata ad affrontare queste problematiche , con un successivo incontro con la giunta comunale, vista l'importanza degli argomenti , prima della necessaria discussione in consiglio comunale che dovrebbe avvenire entro la fine dell'anno, ed ha prontamente provveduto ad inviare una relazione esplicativa che si allega alla presente mail .
Il Dott. Bartoli Francesco nel corso dell'audizione ha provveduto a sottolineare che molte delle richieste fatte dal nostro comitato sono degli obblighi di legge a cui il Comune di Terni dovrà comunque ottemperare poiché contenuti nella Legge 10/2013 , legge citata nelle premesse della nostra proposta di delibera del consiglio comunale , e per tale ragione il Comune di Terni dovrà comunque farsi parte attiva entro la fine del presente mandato amministrativo .
Nel corso dell'audizione il Dott. Bartoli Francesco ha chiarito su esplicita domanda del Consigliere Cicioni che la dizione "Metri quadri di verde fruibile per abitante "deve essere accuratamente ponderata per i valori effettivi che il verde urbano fruibile ai cittadini esprime nell'ambito urbano del Comune di Terni.
Le classifiche Istat ( che alleghiamo per completezza di informazione ) che vedono svettare il Comune di Terni fra le città più verdi d'Italia con 150 mq di verde fruibile per abitante ( rispetto ad una media di 22,5 mq del centro Italia) sono infatti edulcorate dall'immissione nel computo dei metri quadri le fasce verdi lungo le strade o nelle rotatorie , ma in particolare nel caso di Terni il dato che fa alzare la media è l'inserimento nelle aree verdi del Comune , di tutta l'area verde che fa da contorno alla cascata delle Marmore , che se topograficamente è inserita nel Comune di Terni , non può di certo essere considerata liberamente fruibile ai cittadini , tanto più che l'ingresso è vincolato al pagamento di un biglietto .
Questo dato emerge chiaramente nel grafico che di allega , tratto dal comunicato ufficiale dell'ISTAT sulla qualità dell'ambiente Urbano dove si evince chiaramente che la città di Terni è colorata di Giallo poiché il verde urbano è inferiore alla media mentre le aree naturali (la Cascata delle Marmore ) sono superiori alla media stessa
Alla luce di tali considerazioni il Comitato Mille Alberi Per Terni invita il comune a redigere una verifica dei metri quadri effettivi a disposizione dei cittadini nell'esclusivo ambito urbano , poiché Le amministrazioni, al netto delle dotazioni naturali già incluse nelle aree protette, sono impegnate dalla normativa vigente a garantire ai propri cittadini una disponibilità pro capite di verde urbano non inferiore ai 9 mq, per i comuni con popolazione superiore ai 10.000 abitanti. Per la puntuale determinazione delle prescrizioni normative si rinvia al Decreto ministeriale 2 aprile 1968, n. 1444 e alla successiva legge quella richiamata in premessa del 14 gennaio 2013, n. 10  "Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani."La soglia di 9 mq di "verde regolato", descritto come "aree per spazi pubblici attrezzati a parco e per il gioco e lo sport, effettivamente utilizzabili ….. con esclusione di fasce verdi lungo le strade"si applica, tra le altre alle Zone territoriali omogenee a quelle di tipo"a - Porzioni di agglomerati urbani che rivestono carattere storico, artistico o di particolare pregio ambientale…", "b - Parti di territorio totalmente o parzialmente edificate…"e "c - parti del territorio destinate a nuovi complessi insediativi…."così come individuate negli Strumenti urbanistici generali approvati dalle Amministrazioni.
Sembra infatti poco attendibile che nel centro Italia dove si registra la più contenuta disponibilità pro capite di verde urbano (in media 22,5 m2 per abitante) solo Terni (quasi 150 m2 per abitante) ha valori altissimi ,mentre tutti gli altri capoluoghi mostrano valori inferiori ai 50 m2 (e ad Ascoli Piceno sotto la soglia dei 9 m2 per abitante).
Alla luce di questa verifica dove si potrà appurare gli effettivi metri quadri a disposizione per ogni abitante , diventa ancora più stringente l'adozione da parte del Comune di Terni degli strumenti di gestione e programmazione delle aree verdi e di regolamentazione dell'uso dei parchi , richiesti dal nostro comitato è cioè l'approvazione del Piano del verde , come parte integrante dello Strumento urbanistico generale del comune, che riveste un ruolo fondamentale per la qualificazione delle valenze paesaggistiche, ambientali ed ecologiche del territorio amministrato dai comuni. Lo strumento è però poco utilizzato e nel 2012 lo ha approvato meno di un quinto dei capoluoghi (15,5%). Cosi come Il Regolamento del verde, contenente prescrizioni specifiche per la tutela, manutenzione e fruizione del verde, e indirizzi progettuali per le aree di futura realizzazione, risulta approvato nel 42,2% dei comuni, ma non dal Comune di Terni .
Siamo fiduciosi che dall'analisi di questi dati il Comune di attiverà per ottemperare a questi obblighi di legge, ed in particolare il Sindaco entro due mesi dalla fine del suo mandato dovrà redigere il bilancio Verde del Comune dove questi dati dovranno essere obbligatoriamente riportati.

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia