Mozart e la Massoneria

Venerdì 11 ottobre alle ore 17.00, presso la Sala Blu di Palazzo Gazzoli, l'Associazione Culturale "Terni Racconta" presenterà la conferenza dal titolo:

" Mozart e la Massoneria "

Tenuta dal prof. Gian-Luca Petrucci
Il grande genio di Wolfgang Amadeus Mozart sarà di nuovo alla ribalta venerdì sera.
A parlarci dell'ecclettico compositore austriaco sarà il prof. Petrucci, che fino a qualche anno fa è stato titolare della cattedra di flauto presso il conservatorio Santa Cecilia di Roma. Studioso del grande musicista, ci mostrerà un aspetto della sua vita che è sconosciuto alla maggior parte di noi : il Mozart massonico a cui ha anche dedicato un libro.
Negli anni in cui visse Mozart la diffusione dell'illuminismo e il desiderio di un nuovo ordine sociale portarono ad una profonda crisi della società.
La Massoneria si pose come elemento unificante tra le diverse classi sociali, attraendo progressisti di ogni ceto che, come l'artista, aderirono ai sentimenti umanitari che l'Obbedienza esprimeva. Mozart entrò nella Massoneria quando la sua carriera di musicista era al culmine del successo.
Venne iniziato come apprendista il 14 dicembre 1784, nella Loggia "La Beneficenza" di Vienna. In poco tempo, percorse tutto il cammino iniziatico della massoneria, infatti nel marzo del 1785 fu elevato al grado di Compagno e il mese successivo, il 22 aprile, divenne Maestro.
L'appartenenza massonica di Mozart non fu quindi un'adesione formale, ma trasse fondamento in profondi convincimenti esoterici e spirituali, senza però rinunciare alla fede cattolica . Infatti compose sia inni massonici che musiche liturgiche.
In tal senso-come afferma il prof. Petrucci-

"…Mozart fu estremamente capace di penetrare il senso delle due fedi attraverso capolavori assoluti come "Il Requiem" per ciò che attiene alla religione cattolica, ed "Il Flauto Magico" per la ricerca del simbolismo esoterico e dei riti di iniziazione.
La lettura dei simboli iniziatici e dei valori proposti dalla Massoneria, nell'opera di Mozart, offre la possibilità di una ricerca che oltre la perfezione della forma ed il profilo della bellezza dischiude il profondo messaggio legato al "cammino verso la luce" .

La responsabile delle pubbliche relazioni
Alba Surace
Mercoledì 9 Ottobre 2013

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia