Ecco il nuovo volto del centro storico

Sprint finale di opere pubbliche per la giunta Di Girolamo. Partiranno subito dopo l'Epifania i due cantieri per la riqualificazione di piazza dell'Olmo e della parte di piazza Tacito soprastante il parcheggio interrato. Quattro mesi di lavori per la seconda, poco meno per la prima. I rispettivi tagli dei nastri dovrebbero aversi tra aprile e maggio, nel pieno della campagna elettorale per le comunali, a cui si aggiungerà una terza inaugurazione, quella della fontana di piazza Tacito. Lavori e cantieri annunciati da tempo che però vedranno l'avvio e la conclusione, secondo una regia che sembra studiata, proprio durante la campagna elettorale.

Piazza dell'Olmo

II progetto dell'architetto Alessio Patalocco si chiama "la piazza dei fuochi e delle stelle."

La nuova piazza dell'Olmo avrà una pavimentazione di pregio, lastre di porfido orientate verso Carsulae, nella quale saranno incastonati 200 led rosa a basso consumo. Una sorta di cielo stellato rosa che evoca il culto della notte e le mitologie classiche.

"Queste luci - si legge nel progetto - ricordano la vocazione storica della piazza: luogo di produzione artigianale di giorno e luogo di svaghi popolali di notte. Sedute colorate e una pensilina in acciaio che coprirà le superfici destinate ai tavoli dei locali che si affacciano sulla piazza. Costo 370mila euro, di cui 74mila euro messi a disposizione dal Comune e 296mila euro dagli sponsor, aziende che in gran parte parteciperanno agli stessi lavori di restyling e che vedranno il proprio nome inserito nella piazza. É il primo esperimento di riqualificazione di una piazza a spese dei privati che l'amministrazione intende continuare nel futuro.

Piazza Tacito

Si tratta di un primo stralcio funzionale che attiverà lavori per circa 600mila euro, finanziati dalla Regione all'interno del Puc2.
I lavori riguarderanno la parte della piazza, per gran parte pedonalizzata, che collega la fontana monumentale di Ridolfi con corso Tacito, l'area sulla quale sono più urgenti gli interventi di ristrutturazione.
Gli interventi previsti nel progetto esecutivo riguardano il rifacimento delle reti di smaltimento delle acque piovane, il completo rifacimento delle pavimentazioni pedonali, il rifacimento delle parti carrabili, la sistemazione delle aiuole esistenti, il rifacimento e l'implementazione dell'illuminazione pubblica, l'inserimento di nuovi elementi di arredo urbano.

Panchine comprese. Particolare attenzione nel nuovo progetto è stata posta nel rendere completamente accessibile la piazza inserendo accorgimenti per la sua fruibilità da parte di persone non vedenti o ipovedenti.
Per quanto riguarda la parte restante della piazza attraversata dal traffico privato e pubblico, i lavori di riqualificazione sono rimandati alla definizione di un percorso partecipativo e concorsuale che riguarderà una parte più ampia di territorio, quello che si estende a nord della piazza e che affronterà in particolare i temi legati alla mobilità in ambito urbano.
Insomma, prima di riqualificarla, bisognerà decidere cosa farci passare.

 

Corriere dell'Umbria Lunedì 18 Novembre 2013

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia