Per la città di Temi è un biglietto da visita scomodo, per l'amministrazione comunale è un'altra situazione di degrado urbano da risolvere, per la proprietà, è uno stabile dal futuro incerto. L'ex caserma della Polizia stradale vicino piazza Enrico Fermi, non è certo il migliore spettacolo da presentare a chi arriva alla stazione di Terni, considerando poi che si trova vicino al centro cittadino. L'intero stabile, in partenza di proprietà dello Stato, venne realizzato nel 1967 ed è stato la sede della Polizia Stradale ternana. Almeno fino a circa 17 anni fa quando uffici e personale vennero spostati nella sede attuale. Da allora gli spazi sono stati lasciati a se stessi e nessuno, a parte senzatetto ed extracomunitari, li ha più utilizzati. - La situazione. Oltre cinquemila metri quadrati, tra ex uffici e alloggi del personale in servizio, lasciati all'incuria del tempo. Il gigante edilizio mostra numerosi fattori di degrado soprattutto al suo interno. A partire dalla vegetazione, cresciuta rigogliosa in quello che una volta era il giardino della caserma ed ormai estesa anche alle restanti zone. Verti rotti, spazzatura, mura scrostate. É or mai soprattutto riparo per senzatetto ed extracomunitari. Diverse volte è stato necessario l'intervento delle volanti della polizia dopo alcune segnalazioni da parte dei residenti delle strade vicine, in particolare nell'adiacente via Avogadro.
"Ci sono dei punti dove si entra facilmente - spiega un anziano residente della zona e ogni tanto vediamo movimenti all'interno. C'à da dire però che negli ultimi tempi d sono controlli costanti delle forze dell'ordine e la situazione è migliorata."

Conclusa nel 1967, la caserma venne abbandonata circa 17 anni fa dalla Polizia stradale. Con il tempo sono state molte le ipotesi avanzate per un suo utilizzo. L'ex sindaco Giaurro pensò di realizzare in quella sede l'università di medicina e chirurgia, mentre la Provincia lanciò l'idea di trasferire alcuni suoi uffici o addirittura ci fu la possibilità di farla diventare "dimora" della polizia municipale. Invece nessun utilizzo ne è stato fatto e il gigante edilizio è ancora in attesa di conoscere il suo futuro.

Un tempo di proprietà del Ministero del tesoro, l'edificio è passato nelle mani della Consap, la Concessionaria servizi assicurativi pubblici che nel 2007 ne aveva annunciato la cessione. Tuttavia da allora non si è saputo più nulla. Tra l'altro, all’interno del sito online della stessa Consap, lo stabile risulta ancora nella pagina riservata alle "dismissioni immobiliari" in un lungo elenco con numerosi altri immobili in vendita.

"Più volte abbiamo espresso anche pubblicamente spiega l'assessore all'urbanistica, Marco Malatesta - la nostra volontà di determinare eventuali opere di valorizzazione o ristrutturazione dello stabile nell'ottica di una vendita. Purtroppo non abbiamo mai ricevuto alcuna risposta e ancora oggi non sappiamo che tipo di utilizzo ne verrà fatto, chi è l'attuale proprietà e soprattutto quando e se ci saranno interventi edilizi."

Claudio Contessa
Corriere dell'Umbria Venerdì 29 Novembre 2013

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia