Più servizi per i turisti, più visite guidate, uno chalet punto ristoro a ridosso del giardino botanico all'interno del percorso numero uno.
Un sito internet totalmente rivoluzionato per dare più informazioni e intercettare il numero maggiore di visitatori.
Il 2014 si presenta ricco di novità per i visitatori della cascata delle Marmore. Novità che coincidono con l'avvio della nuova gestione, tre anni più due di appalto, anche se i titolari sono gli stessi del vecchio: la 165 Marmore falls che raggruppa cooperative sodali e imprese del territorio.

Il nuovo appalto partirà il primo gennaio in aggiudicazione provvisoria che dovrebbe diventare definitiva entro febbraio.
Alcune novità nei servizi sono già partite in via sperimentale lo scorso autunno. Tipo i percorsi guidati per i bambini a dorso di mulo che hanno riscosso grande successo.
Servizio che ripartirà a primavera, inizialmente nel finesettimana, a luglio e agosto probabilmente tutti i giorni.
É già attiva la visita guidata alla riscoperta dell'archeologia industriale: 40 minuti di percorso lungo il sentiero 5.
Percorso durante il quale sono disseminati numerosi reperti di archeologia industriale come le vasche di carico di antiche centrali dell'Ottocento o le più moderne turbine solo recentemente dismesse dalle centrali idroelettriche dell'asse NeraVelino.

Le turbine, 7 in tutto, collocate in appositi basamenti per una migliore fruizione da parte dei turisti, per molti anni hanno prodotto energia idroelettrica nelle centrali del territorio.
Piatto forte della nuova offerta sono le navette turistiche; bus che dal belvedere inferiore porteranno i turisti all'interno del territorio.
Al momento tre gli itinerari: uno archeologico, Caos e Carsulae; uno dei borghi della bassa Valnerina, Arrone e Ferentillo e l'altro naturalistico.

In questo caso la navetta bus porterà i turisti a Piediluco dove completeranno il percorso a bordo del battello che farà fare loro il giro panoramico del lago.
Prevista una sosta - pranzo; si stanno studiando convenzioni con i ristoranti oppure con aziende di catering per servire il pasto all'interno del battello o nella piazza dei uno dei borghi.
Con offerta di prodotti tipici del territorio. Il progetto prevede la partenza del battello direttamente da Marmore, con attraversamento del canale fino ad arrivare a Piediluco.
Ma ci vorrà del tempo prima di costruire l'imbarcadero. Dovrebbe partire a breve chalet-bar-punto di ristoro a ridosso dell'orto botanico, progetto è quello di offrire degustazioni di prodotti tipici abbinati a conferenze.

Corriere dell'Umbria Domenica 29 Dicembre 2013

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia