Cesi insorge a difesa del Convento delle Suore del Calvario, in cui opera l'Istituto Madre Francesca Peticca.
La struttura, che da oltre cent'anni ha legato il suo nome e la sua attività di assistenza ai più bisognosi e sfortunati, è sul punto di chiudere i battenti.
É questa l'intenzione dell'Ordine delle Suore del Calvario che, da Roma, ha deciso una chiusura contro la quale si sta battendo l’intera popolazione.

L'istituto opera da decenni, come detto, a sostegno dei più bisognosi; fornisce assistenza ai disabili ed assicura, come casa-famiglia, solidarietà a donne e bambini che si trovano ad affrontare situazioni di emergenza.
Inoltre è sede di una scuola materna e infine, ma non ultimo in ordine di importanza, è ormai un punto di riferimento per le varie articolazioni del territorio, con cui collabora quotidianamente da almeno un secolo.
E così, per difendere il Convento e tutelare le sue importanti funzioni, è stata lanciata una petizione, che vede in prima fila la pro-loco, il consiglio pastorale e praticamente tutte le associazioni culturali e di volontariato attive nella zona.
Della questione sono già stati interessati sia il vescovo, Ernesto Vecchi, che il sindaco Leopoldo Di Girolamo.
Lo stesso Ordine ecclesiastico delle Suore del Convento sa che la popolazione è contraria alla chiusura e ieri la madre-superiora dell'Istituto sarebbe stata a Roma proprio a perorare la causa sostenuta da tutta la comunità di Cesi.

“Si tratta di una struttura importantissima non solo per il nostro territorio, a cui è legata da un rapporto secolare, ma per l'intero comprensorio ternano - racconta un residente a Cesi - e che per questo va difesa ad ogni costo. Oltre a fornire assistenza a bisognosi, disabili, donne e bambini in difficoltà è anche un punto di riferimento per le manifestazioni religiose e laiche. Basti dire che la struttura viene utilizzata come cucina di appoggio anche per il tradizionale 'Serpentone'. Stiamo raccogliendo le firme, alla fine saranno centinaia”.

La Nazione Domenica 19 Gennaio 2014

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia