Da tempo non è più un “salotto buono” della città, ma i livelli di degrado toccati dal centralissimo Corso Vecchio fanno ora letteralmente infuriare commercianti e residenti.
Due le questioni principali: rifiuti ammassati in ogni angolo e alla rinfusa, alla faccia di raccolte differenziate, isole ecologiche e quant'altro, nonché le deiezioni dei cani, accompagnati da padroni evidentemente all'oscuro del senso civico.

“non possiamo andare avanti così “ tuona un negoziante “, so che anche oggi (ieri ndr) qualche collega è stato costretto a chiamare i vigili urbani. Abbiamo fatto di tutto per evitare che i cani siano lasciati liberi davanti alla nostre vetrine e serrande, purtroppo non abbiamo ottenuto alcun risultato. Abbiamo apposto cartelli, chiesto con gentilezza che siano rispettate le norme della più elementare educazione, addirittura mettiamo a disposizione, lasciandoli proprio davanti alla serranda, i sacchetti di plastica per i padroni che ne fossero sprovvisti. Ma non c'è nulla da fare. Ogni mattina siamo costretti a pulire, come se non bastassero i tanti problemi che abbiamo”.

Problemi che, come si sa, non finiscono mai. Già, perchè sacchetti di rifiuti alla rinfusa vengono lasciati in ogni angolo della via, tanto da costringere commercianti e residenti a segnalare, in più punti, dove sia collocata l'isola ecologica più vicina. Una storia che si ripete da tempo, senza soluzioni a quanto pare. Peggio ancora quando i rifiuti, inevitabilmente, si ammassano. Insomma lo spettacolo offerto da una delle vie nobili della città è un pessimo biglietto da visita per tutti, a cominciare dai ternani che si trovano a passare da quelle pani.

La Nazione Lunedì 27 Gennaio 2014

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia