Pinete di Polino: devastazione in corso

Polino-6bDal Progetto 'diradamento' al rischio di distruzione delle pinete il passo è breve, lo denunciano Italia Nostra, WWF e Comitato della Valnerina.

“Nelle zone di Pelino e del 'Salto del Cieco' - affermano gli ambientalisti - è evidente la situazione disastrosa in cui versano le pinete. Ci ha pensato l'intervento umano. La Comunità Montana sta operando da alcuni anni degli interventi di taglio di cui ci chiediamo l'opportunità. Dalle segnalazioni dei cittadini, nonchè da un sopralluogo, con particolare riferimento alla pineta di località Acquaviva, ci si rende conto della devastazione in corso”.

Da qui una serie di domande.

“L'intervento di taglio che, come riporta il cartello dei lavori sopra la fontana di Acquaviva, sarebbe di “diradamento della pineta”, non dovrebbe favorire la ricrescita delle specie arboree autoctone al posto dei pini neri? É lecito che la montagna venga letteralmente 'scorticata’ da ampi stradoni scavati per il trasporto tronchi, con ulteriore abbattimento degli alberi e rischi di smottamento? Intervendo così pesanti oltretutto deturpano il paesaggio e sembrano aumentare il pericolo di dissesto idrogeologico.
Perchè i tronchi ormai abbattuti sono lasciati da mesi ai margini della pinete o addirittura bruciati? Non sarebbe opportuno che detti tagli siano interrotti, soprattutto perchè ormai le nostre zone sono tristemente note per l'altissimo tasso d'inquinamento? Cosa ne sarà di pinete che tanto affascinano turisti e passanti?”.

Le associazioni ambientaliste hanno segnalato la situazione al Corpo forestale dello Stato.

La Nazione Domenica 16 Febbraio 2014

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia