Sono iniziati i lavori di riqualificazione di piazza Tacito; lavori che procederanno a step. Si comincia dal lato della piazza che si affaccia su via Primo Maggio.
L'inaugurazione della prima fase dei lavori, pioggia permettendo, è prevista per la fine di aprile, in modo da permettere la sfilata dei Carri di Maggio. La seconda fase riguarderà la parte di piazza dove ci sono i tavolini del Met. Si tratta di un primo stralcio funzionale che attiverà interventi finanziati dalla Regione all'interno del Puc2.

I lavori complessivi riguarderanno la parte della piazza, per gran parte pedonalizzata, che collega la fontana di Ridolfi con corso Tacito, l'area sulla quale sono più urgenti le opere di ristrutturazione.
Gli interventi previsti nel progetto esecutivo riguardano il rifacimento delle reti di smaltimento delle acque piovane, il completo rifacimento delle pavimentazioni pedonali e delle parti carrabili, la sistemazione delle aiuole esistenti, il rifacimento e l’implementazione dell’illuminazione pubblica, la nuova sarà tutta a led, e dunque a forte risparmio energetico.

Saranno sostituite anche le fioriere e le panchine; le attuali verranno impiegate altrove. Saranno soprattutto sostituiti i sampietrini con una pavimentazione più resistente, in modo da evitare infiltrazioni ai garage sottostanti e che regga al peso del traffico. Pietra grigia che servirà anche a dare più luce alla piazza. Gli attuali sampietrini sono sempre sconnessi e vanno riposizionati continuamente. Particolare attenzione nel nuovo progetto è stata posta nel rendere completamente accessibile la piazza inserendo accorgimenti per la sua fruibilità da parte di persone non vedenti o ipovedenti. Per quanto riguarda la parte restante oggi attraversata dal traffico privato e pubblico, i lavori di riqualificazione sono rimandati alla definizione di un percorso parteci- pativo e concorsuale che riguarderà una parte più ampia di territorio.

"L'obiettivo - dice l'assessore ai lavori pubblici Silvano Ricci - è rendere pedonale l'intera piazza, ma per fare questo c'è bisogno di modificare il traffico. Soluzione non tacile in quanto piazza Tacito collega l'asse fondamentale via Battisti, via Mazzini, viale Brin. Il nostro progetto è bandire un concorso di idee sulla viabilità, dall'Obelisco alla Stazione, perchè ci rendiamo conto che ci sono delle criticità. In questo progetto complessivo di riordino del traffico, rientra l'eventuale pedonalizzazione di piazza Tacito. In ogni caso una cosa è certa, la fontana non tornerà una rotonda del traffico."
Corriere dell'Umbria Martedì 11 Marzo 2014

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia