II taglio del nastro c'è stato alle 16,30. Tagliato dal sindaco Di Girolamo, dalla governatrice Marini, dagli imprenditori Salini, Anibaldi e Luisa Todini, dall'assessore Silvano Ricci. É un taglio del nastro storico, quello della passerella in acciaio sul fiume Nera che collega Corso del Popolo a Città Giardino. É il completamento del cantiere, e l'apertura al pubblico della stessa passerella e del grande parco pubblico. É il completamento del più grande cantiere dal dopoguerra e insieme l'attuazione del piano particolareggiato Ridolfi – Frankl che la città attendeva da oltre trent'anni. Parco, da 15mila metri quadrati, e passerella in acciaio da ieri sono fruibili.
"Quest'opera è cresciuta come un figlio - ha detto il sindaco una grande opera che ricompone un pezzo di città e insieme completa il progetto urbanistico di Ridolfi e Frankl. Un grande giardino che aumenta il verde a disposizione della città. Una città sempre più verde con un ponte che collega due pezzi di città. Un palazzo degli uffici che ha ricomposto uffici sparsi per la città e un grande parcheggio sotterraneo. Un grande parcheggio - ha concluso il sindaco che i ternani dovranno imparare ad usare perchè è a cinquanta metri dall'ingresso della Ztl."
Un parco, la passerella, il parcheggio sotterraneo e il sottopasso di via Guglielmi aperto da anni. Un complesso di opere pubbliche realizzate nel corso dell'ultimo decennio a costo zero per le casse comunali, coperto interamene dal soggetto privato, la Corso del Popolo spa oggi confluita nel gruppo Salini. Una grande opera che arricchisce il centro storico, il cui iter è iniziato con la prima giunta Raffaelli, ex sindaco ed ex assessori che ieri pomeriggio l'attuale sindaco Di Girolamo ha pubblicamente ringraziato.
Corriere dell'Umbria Giovedì 10 Aprile 2014

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia