L'assessore Armillei chiarisce:
"Non vogliamo il contenzioso ma potremmo essere obbligati"
"La nostra proposta è quella di non scivolare nel contenzioso, pista sempre troppo burrascosa per diatribe del genere, Ma se non si riaprono i contatti con Cinecittà, purtroppo, potrebbe diventare una pista perseguibile."
Così l'assessore comunale alla cultura Giorgio Armillei sfrutta l'occasione della presentazione di "La mia famiglia a soqquadro", prossimo film low budget che tenterà di rilanciare il cinema a Terni, per tornare sulla vicenda e sul futuro degli studios di Papigno.
"Il problema - ha spiegato in conferenza stampa Armillei - è che la giunta comunale ha ereditato nel 2014 una situazione veramente critica. I termini del contratto stipulato con l'amministratore Giuseppe Basso sono scaduti, quindi o c'è l'impegno da parte di Cinecittà di riaprire i rapporti di lavoro, oppure per il sito è meglio cercare altri soggetti con reali caratteristiche imprenditoriali."
In qualsiasi modo l'assessore, che alla domanda sul futuro prossimo degli studios è apparso un po' sfuggente, ha dichiarato come
"in un'ottica della candidatura di Temi a capitale della cultura il recupero del polo cinematografico è di primaria importanza. La cultura è anche impresa, e non avendo la città a disposizione dei luoghi per le film commissions , abbiamo avuto un incontro con l'amministrazione di Narni proprio su questi temi."
Così i due workshop presentati nel pomeriggio dopo la conferenza, uno con le 53 associazioni inerenti il progetto della candidatura a capitale della cultura e l'altro con le 20 imprese coinvolte, ma soprattutto il film , rappresentano una spinta importante. Presenti nella sala consiliare il regista Max Nardini, la responsabile casting Sonia Broccatelli ed i due responsabili di produzione Simone Mazzella e Luca Guerra, che hanno raccontato in parte la trama del film, inquadrandolo nel genere commedia leggera in stile francese, ed affermando che le riprese occuperanno i giorni che vanno dal 7 settembre al 3 ottobre prossimo. Per quanto riguarda il cast principale troveremo Gabriele Caprio nel ruolo di Martino, protagonista principale del film. Bianca Nappi, pupilla di Ozpetek, nel ruolo della madre, e Marco Cocci, attore in Ovosodo, in quello del padre. Inoltre il film vedrà il ritorno sugli schermi di Eleonora Giorgi, attrice in film immortali quali Borotalco di Verdone, nel molo della nonna.
"Temi ci è sembrata la location ideale per il film - afferma il regista -, ed anche se la Reset Production dispone di pochi mezzi, siamo riusciti a confezionare una commedia brillante, fresca, che farà riflettere gli spettatori sulle condizioni delle famiglie moderne. Il film uscirà durante il 2016, però con precisione in quale periodo mi è difficile in dicarlo in questo momento. Non dovendo girare scene d'azione, pensiamo di poter ricambiare il rispetto ed il calore dimostrateci nel migliore dei modi."

Michele Fratto
Corriere dell'Umbria Sabato 5 Settembre 2015

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia