Rinascono i giardini lungo il Serra

Partono i lavori di riqualificazione in viale Martiri della Libertà: termine stimato dei lavori 3 mesi

L'obiettivo è riportare le famiglie con i bambini al posto dei bivacchi notturni di tossici e balordi. La seconda vita dei giardini di viale Martiri della Libertà ha iniziato a prendere forma da ieri e già a primavera i cancelli saranno di nuovo aperti al pubblico. Dopo anni di degrado, il parco a ridosso del torrente Serra era sempre più buio e sporco. Tanto che i residenti si erano rivolti in più di un'occasione al Comune. Ora sono iniziati i lavori, affidati in appalto a una ditta, con tanto di ruspe e operai in azione. Nuovi percorsi pedonali con tinte vivaci sostituiranno i vecchi e logori sentieri sterrati. Tutta l’illuminazione pubblica sarà potenziata e rimessa a nuovo così come il verde. Nuove anche le panchine e ci sarà spazio per un'area giochi sicura e a misura di bambini.

"Il costo dell'opera spiega dal Comune l'architetto Piero Giorgini - è di 123.500 euro. Iva compresa. E i tempi di esecuzione sono previsti in tre mesi. Oltre alla riqualificazione dell'esistente, procederemo anche all'abbattimento delle barriere architettoniche vicino al campetto sportivo che sarà rimesso a nuovo con una pavimentazione antitrauma."
L'intervento riguarderà anche la riparazione della fontanella e della recinzione estema che sarà sostituita. Saranno anche potati gli alberi che, dopo anni di incuria, hanno completamente coperto i pochi lampioni ancora funzionanti. E non si esclude - come anticipa il geometra Fausto Marrocolo -
"di sistemare anche la pavimentazione del parcheggio estemo vicino a via Porta San Giovanni. Dopo la demolizione dei vecchi sentieri pedonali, dai prossimi giorni si inizierà con l'installazione delle nuove opere."

Un nuovo volto per questi giardini che, dagli anni Cinquanta in poi, hanno accolto famiglie con bambini prima di diventare punto di ritrovo di malintenzionati. Basti pensare allo spaccio di droga o ai furti di biciclette particolarmente frequenti soprattutto d'estate. E siccome degrado chiama degrado, con questo intervento l'assessorato ai Lavori Pubblici vuole dare un taglio netto con il recente passato. Ieri mattina più di una persona si è avvicinata alla recinzione per curiosare e molti hanno avanzato proposte e consigli ai tecnici del Comune. Non è stata però accolta la richiesta di lasciare un'area per i cani. Non c'è spazio sufficiente e così il parco continuerà ad essere vietato agli amici a quattro zampe.

Corriere dell'Umbria Domenica 10 Gennaio 2016

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia