201611100222460122313

Luci ed ombre per la raccolta differenziata, ma nonostante le proteste e le segnalazioni dei cittadini, i dati che arrivano dall'Asm appaiono incoraggianti e dimostrano la validità della strada intrapresa.
Terni, ad esempio, è già passata dal 43,9% di luglio al 59,2% di ottobre (quasi 5 punti in più di settembre: 54,3%).

Ci sono poi delle eccellenze in provincia. A ottobre Narni tocca la vetta del 76,1% e Montefranco dell' 80,4%.
Grande balzo anche di Ferentillo passato dal 76% di settembre all'83,1 di ottobre.
Tutto ciò a dimostrazione di come si può migliorare con un impegno costante e una sinergia tra Asm e Comuni.
I comuni del Ternano hanno tutti superato la soglia del 70%: Arrone 72,8%; Calvi dell'Umbria 72,3%; Polino 73,0%. All'Asm guardano con ottimismo al futuro, confortati anche dai freddi numeri.

“Ci siamo rimboccati le maniche e lavoriamo per offrire le migliori soluzioni ai cittadini - sottolinea il presidente Carlo Ottone. La strada è ancora piena di ostacoli, ma ce la stiamo mettendo tutta per superarli nel migliore dei modi. La previsione a chiudere della raccolta differenziata nel 2016 è di 63.743 tonnellate. Un ottimo risultato, ma cercheremo di fare sempre meglio. Noi siamo qui al fianco dei nostri utenti. Si tratta di un impegno che noi tutti desideriamo prendere per il bene del nostro territorio. É una scelta di qualità e di responsabilità".

"Temi - afferma il sindaco Leopoldo Di Girolamo - viaggia sul binario giusto anche se le difficoltà da superare sono molte rispetto ai centri più piccoli. Ma la strada intrapresa sul fronte della raccolta differenziata è quella giusta e a fine anno miglioreremo ancora".

Corriere dell'Umbria Giovedì 10 Novembre 2016

0 commenti

Posta un commento

Offerte di lavoro a Terni e Provincia

News dalla Provincia di Perugia